Si è verificato un errore nel gadget

lunedì 4 giugno 2012

UN'ABBECEDARIO
  • A come Automa.
  • B come  Brunell.
  • C come convertitore di suono.
  • D come  Dedalo e domotica.
  • E  come  Elettronica. 
  • G come golem.
  • H come Henry Maudslay.
  • I   come imbottigliamento.
  • J come Jaquard.
  • M come Metropolitana.
  • P come PLC.
  • Q come
  • R come RUR.
  • S some Semaforo.
  • T come Telaio da tessitura.
  • V come Vehicole Automatique Leger.
  • W come Lyoid Wright.

mercoledì 30 maggio 2012

AUTOMAZIONE NEGLI ANNI 60 IN ITALIA
Nella lezione del 23 Maggio 2012 abbiamo visto il film "L'Italia non è un paese povero"(http://www.cinemaitaliano.info/news/00405/l-italia-non-e-un-paese-povero-1960-di-joris.html);nel film abbiamo notato come l'industria italiana non fosse così arretrata come si credeva e che vi era già un grado di automazione nell'industria già elevato, per esempio viene citata una fabbrica automatica di ammoniaca, quando l'operaio addetto al lavoro viene intervistato,dice al giornalista che lui deve semplicemente cliccare un bottone e tutto funziona in modo automatico.
Il film illustra comunque una grande disuguaglianza tra nord e sud ed essa viene messa piuttosto in rilievo e dunque si tratta anche di un flim di denuncia sociale oltrechè un film che vuole dimostrare la potenza dell'ENI, enete fondato dalle ceneri dell'AGIP, da Enrico Mattei, uno dei commissionari del film che poco dopo l'uscita del film verrà ucciso.

L'ENI  è un ente che ancor oggi esiste e controlla l'energia nazionale, è dotato anche di molte aziende associate tra cui ve ne è una che si occupa di robotica; ai seguenti link si può leggere la storia dell'ENI  e della SAIPEM:

L'EVOLUZIONE NEI BREVETTI:
Proviamo ora a vedere come un particolare strumento della tecnologia si è evoluto nel corso della storia. Prendiamo come esempio uno strumento musicale come l'organo che può essere visto come uno dei primi strumenti musicali automatici della storia.


1) Nel 1800 l'organo era prevalentemente ad aria, ed era comunque in grado già allora di riprodurre il suono di diversi strumenti musicali, come mostra il seguente brevetto US494593, del 4 Aprile 1893:


2) Nel successivo brevetto possiamo renderci conto in modo migliore di quelle che erano le geometrie di questo strumento che prevalentemente usava aria US523649:
3) Arriviamo poi al 1900, con l'avvento dell'elettricità ogni cosa viene migliorata ed anche l'organo viene toccato da questo sviluppo come si può notare nel brevetto del 20 Luglio 1944 in cui viene descritto un CONVERTITORE DI SUONO: US 2351904


4) Ma nel 1900, nella seconda metà del secolo c'è anche chi si diverte ad immaginare nuovi modi per fare musica, inventando un organo ad acqua: US 5520089:(Brevetto del 1996):


5) In ultima analisi notiamo quello che è un brevetto di un circuito elettronico usato per trasmettere i suoni proprio dagli ultimi organi, entriamo nella frontiera del 21° secolo con l'avvento dell'elettronica: US20040022400, del Febbraio 2004:

mercoledì 23 maggio 2012

NEI BREVETTI
Ecco alcuni brevetti in cui compare il termine analizzato cerchiamo di vedere come il termine automatizzare venga sviluppato nel corso di tre secoli che vanno dal 1800 ai giorni nostri analizzandolo sotto il segno della tessitura.
  • US711737: si rifà ad un brevetto del 1803; quì sotto mettiamo alcune immagini; se si vuole approfondire l'argomento si può guardare il link sottostante:




  • 1900: 660834; si rifà ad un brevetto del 1900,visibile al seguente link



  • US20100116923; un brevetto che è dei giorni nostri e che propriamente controlla l'alimentazione per una macchina per la seta di seguito forniamo l'abstract:
"Un dispositivo per controllare l'alimentazione di un filato ad una macchina tessile funzionamento intermittente sul filato, essendo previsti elementi di rilevare la tensione del filato e gli elementi per misurare e modificare la sua velocità di avanzamento, tutti collegati al controllo e di elementi regolatori per la tensione e parametri di velocità, che misurano continuamente i valori di entrambi i parametri durante l'alimentazione del filo alla macchina tessile in modo da agire su un organo rotante al fine di modificare la tensione del filato quando necessario. L'elemento rotante è mobile in maniera controllata nei due sensi opposti di rotazione per alimentare il filo alla macchina tessile o per riavvolgere per evitare l'accumulo in corrispondenza della macchina, la tensione del filato alimentato riavvolto mantenimento a valori costanti."

Più dettagli al seguente link:

L'ultima immagine è interessante perchè mostra l'algoritmo di controllo di funzionamento del dispositivo.

lunedì 21 maggio 2012

SPUNTI DALLA LEZIONE DEL 16 MAGGIO 2012
Nella lezione del 16 maggio sono stati toccati alcuni punti interessanti a riguardo del termine da noi analizzato:
  • Si è parlato della leggenda del GOLEM che noi abbiamo già citato nel "termine automatizzare nelle leggende".
  • Si è parlato della commedia "R.U.R" di  Karel Čapek, a riguardo proprio della visione dell'automa nella società dei primi anni del 1900.

File:R.U.R. by Karel Čapek 1939.jpg
  • É stato citato Robert Wiener come padre della cybernetica e anche di quella che sarà la futura "Teoria dei Sistemi Automatici".
NEI LIBRI:
Ecco alcune cover di libri che si rifanno al termine automatizzare:
CGC Graded Comics - Richie Rich #50 (CGC)Star Trek 3 - Bob Wiacek, George Perez

Ace Books - The Automated Goliath; the Three Suns of Amara - William F. Temple
Sicuramente da ricordare però il libro di Robert Wiener,padre della moderna cybernetica in cui l'autore immagina un futuro proprio con le macchine ovvero con i robot automi che ci daranno una mano nel fare le cose più comuni.
"Il futuro offre ben poca speranza per quelli che aspettano che i nostri schiavi meccanici ci offrano un mondo in cui potremo riposarci senza pensare. Aiutarci possono, ma chiedendo moltissimo alla nostra onestà e intelligenza. Il mondo del futuro sarà una battaglia sempre più impegnativa contro le limitazioni della nostra intelligenza, non un'amaca confortevole su cui distenderci, serviti dai nostri schiavi meccanici."

Ai seguenti link si può trovare il riassunto della trama del libro e il suo formato pdF

Oltre che un breve riassunto della biografia dell'autore del libro:


Copertina anteriore

H.R. Northrup, Automation: effects on labour force, skills and employment in Annal proceedings of Industrial Relations Research Association, Washington, 1958
First page of Management's ‘New Look’ in Labor Relations
AUTOMATIZZARE NEI LUOGHI:

METROPOLITANA DI TORINO:
L'automazione in realtà è diffusa anche nella vita quotidiana basta pensare alla metropolitana che prendiamo tutti i giorni; a Torino tutto è automatico;da quando timbriamo il biglietto a quando saliamo sulla metrò, che funziona con automatismi perfetti(infatti non è dotata di guidatore). Ecco quì due interessanti link che spiegano come la metropolitana di Torino funziona automaticamente e il tipo di treno usato.
http://it.wikipedia.org/wiki/V%C3%A9hicule_automatique_l%C3%A9ger

I SEMAFORI:
In realtà tutto il controllo semaforico di una città è svolto automaticamente:


Di seguitoun video di come può essere gestito un controllo semaforico:


AUTOMATIZZARE NELLA CASA:
E poi non dobbiamo dimenticare il classico esempio della casa intelligente ovvero della casa domotica: